Fintamente a dieta

Biscotti all'avena

Ok fingiamo ancora per poco che per Natale si sia tutti più buoni, che a Novembre si abbia la lista di tutti i regali già definita e che si arrivi alle feste sani, depurati e alleggeriti da un periodo di dieta.

Fingiamo.. e mentre nel dietro le quinte del blog già iniziamo (anzi proseguiamo) a degustare dolci e dolcetti, qui su queste pagine postiamo ricette sane e salutari.

Come questi biscotti all’avena.

Nati da un sacchetto di fiocchi di avena che, non si sa bene come, mi sono ritrovata nella dispensa, questi biscotti si sono in realtà rivelati buonissimi e perfetti per una colazione fintamente leggera (che di burro ovviamente ce n’è, non facciamo scherzi).

Sono tratti da una delle collaudate  ricette di GialloZafferano e sono assolutamente infallibili.

Se voi avete davvero intenzione di  mantenere i buoni propositi delle feste vi consiglio di provarli 🙂

Biscotti ai fiocchi d’avena

Ingredienti:

250 gr di fiocchi di avena
125 gr di burro
125 gr di zucchero
50 gr di mandorle
1 uovo intero e 1 tuorlo
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 bustina di lievito
Buccia grattugiata di un limone
Un pizzico di sale

Lavorare in una ciotola il burro ammorbidito con lo zucchero. Aggiungere l’uovo intero e il tuorlo e mescolare. Macinare le mandorle e unirle al composto insieme ai fiocchi d’avena. Aggiungere un pizzico di sale, la buccia grattugiata del limone, la cannella e il lievito.

Mescolare, aiutandosi con le mani, fino ad ottenere un impasto ben omogeneo.

Preparare quindi tante piccole palline del peso di circa 15 grammi ciascuna e disporle su una teglia ricoperta da carta da forno, lasciando diversi centimetri tra una e l’altra.
Durante la cottura infatti le palline si allargheranno fino a formare dei biscotti rotondi.

Sfornare i biscotti dopo circa 20 minuti quando saranno ben dorati

Forno: 180 gradi
Tempo: 20 minuti

Dimenticavo.. questi biscotti sono anche privi di farina!

Sani.. e sazi

Polpette di legumi

Poichè il Natale si avvicina inesorabile e all’orizzonte, insieme a luminarie, babbi natali e presepi si intravedono anche orde di panettoni, squadre di cioccolatini e truppe di torroni in fila indiana.. ho pensato di proporre una ricetta vagamente sana.

Come dice la maggior parte  delle diete, i legumi fanno bene, sono ricchi di proteine e andrebbero consumati – udite udite – almeno una volta al giorno.
Già, ma preparati come?!?!

Poichè alla terza proposta di lenticchie bollite in un mese la mia vocina interiore (ma anche qualche altra esteriore) minaccia la rivolta, quando ho visto questa ricetta mi sono illuminata.
E’ facile, veloce e originalissima.
Finalmente i legumi come non li avevate mai visti!

Polpette di legumi

Ingredienti

1/2 bicchiere di legumi lessati
Farina di ceci q.b.
Coriandolo, cumino, cannella (ma vanno bene anche altre spezie, se preferite)
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Pangrattato

Frullare o passare al tritatutto i legumi lessati e ben scolati.
Unire una presa di coriandolo, una di cumino e una di cannella, stando ovviamente attenti a non esagerare ed in base ai gusti personali.
Salare e aggiungere due cucchiai di olio. Unire quindi la farina di ceci per legare l’impasto.

Formare con l’impasto delle polpettine di circa 3 cm di diametro e passarle nel pan grattato.

Cuocere in padella con poco olio o in forno a 180 gradi fino a quando non raggiungono un colore dorato

Cupcake.. a pois

E dopo la moda del vintage adesso tocca all’altra mania del momento ovvero.. i cupcake!

In realtà la vera moda del momento sarebbe il cake design ma poichè la pasta da zucchero per me è ancora un’estranea (e le uniche farfalle che ho tentato di fare assomigliavano più a dei leggiadri piccioni) mi sono orientata verso la versione più semplice delle torte decorate ovvero.. i cupcake.

Piccoli, veloci, sfiziosi, e soprattutto con la stessa quantità di grassi saturi di una torta decorata a 6 piani, i cupcake regalano grandi soddisfazioni anche a chi è alle prime arme con glasse & Co.

Per questa versione “a pois” ho usato l’impasto base dei cupcake alla vaniglia ed ho decorato con la glassa al cioccolato bianco ed una melagrana di stagione fresca di giardino.

Ecco la ricetta:

Cupcake alla vaniglia, cioccolato bianco e melagrana

Ingredienti per circa 12 cupcake:

Per i cupcake:
150 gr di burro leggermente salato (ma potete anche usare il burro normale e aggiungere un po’ di sale all’impasto)
150 gr di zucchero
175 gr di farina autolievitante
3 uova
1 cucchiaino di essenza di vaniglia o 1 bustina di vanillina

Per la glassa al cioccolato bianco:
200 gr di cioccolato bianco
5 cucchiai di latte
175 gr dizucchero a velo

Iniziare preparando i cupcake. Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolare, eventualmente con uno sbattitore elettrico, fino ad ottenere un impasto soffice e cremoso.
Suddividere l’impasto in pirottini di carta o silicone ed inserirli in una teglia per cupcake per evitare che perdano la forma durante la cottura (e si trasformino quindi in simpatiche frittatine).

Forno: 180 gradi
Tempo: 20 minuti

Preparare quindi la glassa al cioccolato bianco facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato a pezzetti con il latte . Mescolare frequentemente fino a quando il cioccolato è completamente fuso. Togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere mescolando lo zucchero a velo (meglio se setacciato per evitare grumi) fino a quando il composto diventa liscio ed omogeneo.
Stendere la glassa sui cupcake quando sono ancora tiepidi, eventualmente aiutandosi con una sac à poche.

Ritorno alle origini – tra Marche e Umbria

 

Halloween

Finalmente dopo settimane di freddo e autunno la scorsa settimana è arrivato il ponte, e pure pieno di sole!

Ne abbiamo approfittato per un Halloween marchigiano, di passeggiate, camino, compagnia e, ovviamente, cibo 🙂

Nella perfetta tradizione pastacrolliana protagonisti del weekend infatti, insieme ad amici, bimbi e pure cagnolini, sono stati ricotte, ciabuscoli (non li conoscete? beh cercate su Google e imboccherete subito la A14 per correre a comprarne qualcuno!), pecorini e una marea di altre bontà!

E visto che la voglia di riposarsi era tanta, e i cibi di questi posti sono buoni anche senza bisogno di preparazioni particolari, non ci sono nuove ricette in questo post ma un paio di recensioni di posticini che mi sono piaciuti. Tra Marche e Umbria appunto.

Umbria

Il Cantinone – Perugia

Abbiamo scovato questo posto a Perugia, nascosto tra i vicoli vicino alla piazza Grande, e ci siamo subito fiondati dentro attratti dai profumi e dalle buone recensioni di TripAdvisor
Si trova in via Ritorta e, se vi capita di passare da quelle parti, ne vale la pena.
Soprattutto per il flan di pecorino e cipolla caramellata. Da non perdere

Marche

Osteria della Peppa
Questo altro posto lo abbiamo invece incontrato sulla via del ritorno quando, in preda ai morsi della fame, abbiamo imboccato la prima via a caso in cerca del primo posto a caso (che poi è la regola base per trovare i posti migliori) e ci siamo imbattuti in questa piccola e accogliente osteria.
Si trova vicino al centro, in via della Vecchia 8, ed è uno di quei posti che mi fa venire voglia di mollare tutto e… aprirne uno uguale.
Per capirci era uno di quei posti in cui vorresti fermarti 4 giorni per avere il tempo di ordinare e assaggiare l’intero menu.
Ovviamente noi abbiamo cercato di fare lo stesso in sole due ore!