Incredibile ma vero.. i croissants

croissants_vassoio_2

Questa è LA ricetta per eccellenza, una di quelle ricette per cui vale la pena mollare tutto, scendere a comprare un panetto di burro e dedicare un po’ di tempo (che non è poi tanto, è solo che richiede di stare nei paraggi di casa per un pochino) alla sua preparazione.

Perchè la soddisfazione, vi assicuro, è cosi grande che verrete ripagati dalla (poca) fatica e pazienza richieste nella preparazione.
La difficoltà invece, soprattutto se avete a disposizione un robot da cucina, è praticamente nulla.

Ammetto che ultimamente – sarà la casalinghitudine forzata da qualche mese – adoro fare colazione con calma con i croissants freschi della pasticceria sotto casa nuova (mica quelli scongelati dell’autogrill eh). Ammetto anche che conoscevo la ricetta, e che, proprio per questo, ne stavo ben lontana.
Io che faccio solo ricette ultraveloci vuoi che mi metta in ballo due giorni per quattro croissants?

Mi sono ricreduta due giorni fa quando mi sono imbattuta per caso in una replica del programma di Benedetta Parodi in cui un ospite pasticcere – a cui sarò eternamente grata – spiegava in pochi minuti la preparazione del mitico croissants.
E io che ho sempre snobbato quella trasmissione! Solo adesso, ubriaca di repliche estive, ne scopro il pregio: gnocchi, croissants, pasta fatta in casa diventano improvvisamene ricette alla portata di tutti, da provare se dotati soltanto di un po’ di buona volontà.

Ed ecco quindi che anche io scendo a comprare il mio panetto di burro (tranquilli, alla fine un panetto basta per circa 25 croissants), un po’ di lievito fresco e mi metto all’opera.

Altro che Masterchef altezzosi da cui si impara a malapena cosa sia un quasi inutile coppapasta…

I croissants

croissants_vassoio_doppia

Ingredienti (per circa 25 croissants)

300 gr di burro
525 gr di farina
20 gr di lievito di birra fresco
125 gr di acqua tiepida
75 gr di zucchero di canna
3 uova
7 gr di sale

1 uovo + zucchero semolato per spennellare

Impastare 250 gr di burro freddo tagliato a pezzetti con 25 gr di farina. Formare quindi un panetto e riporlo a riposare in frigorifero.

Sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida. Impastare quindi la farina rimanente (500 gr) con l’acqua e il lievito e aggiungere, sempre mescolando, lo zucchero,  i 50 gr di burro rimasti e il sale. Unire quindi, una per volta e sempre mescolando, le uova.

Ecco, a questo punto la ricetta ufficiale e molti altri blog sull’argomento indicano di lavorare l’impasto per almeno mezz’ora altrimenti – terrore! – tutti i vostri sforzi saranno vani.
Poichè dopo 10 minuti scarsi io ho sentito una netta puzza di bruciato e del fumo sottile ha iniziato ad uscire dal mio robot da cucina,  mi sono fermata un po’ prima 🙂
Ma vi assicuro che il risultato è stato comunque ottimo!
Quindi regolatevi voi in base alla potenza del vostro robot da cucina o, se siete ancora più fortunati, della vostra planetaria.

L’impasto finale risulterà morbido e piuttosto colloso. Formare una palla aiutandosi eventualmente con un po’ di farina e porre in frigo, coperto dalla pellicola, a riposare per una notte.

Per il procedimento successivo provo a riassumere velocemente, ma vi assicuro che se guardate il video della puntata qui sotto capite tutto molto più velocemente. E’ semplicissimo!

Tirare fuori il panetto di burro dal frigo e stenderlo con il mattarello a uno spessore di circa 5-7 mm.
Tirare fuori dal frigo l’impasto lievitato e stendere formando un rettangolo dello stesso spessore.
Inserire il panetto di burro al centro del rettangolo di pasta e ripiegare i lati della pasta a portafoglio in modo da richiudere il burro al centro.
Stendere quindi la sfoglia così formata con il mattarelloe ripiegarla in tre (guardate il video – è molto più facile da vedere che da spiegare!)

croissants_sfoglia

Mettere quindi l’impasto in frigorifero e fare riposare per 15 minuti.

Ripetere l’ultimo passo del procedimento (stendere impasto e piegarlo in tre) per altre due volte ogni 15 minuti.

Dopo gli ultimi 15 minuti di riposo tirare fuori l’impasto dal frigo e stenderlo formando un rettangolo di circa 5-7 mm di spessore.

Con una rotella da pizza ritagliare quindi dei triangoli.

Arrotolare ciascun triangolo partendo dalla base e stando attenti a lasciare la punta rivolta verso il basso in modo che non si apra durante la cottura. Ripiegare gli angolo in modo da dare la tipica curvatura del croissant.

croissants_crudi

A questo punto è possibile:

– procedere con la lievitazione finale e la cottura

oppure

– congelare i croissants per consumarli in seguito. Sarà sufficiente scongelarli circa 6 ore prima in modo da farli lievitare e quindi cuocerli.

Se non si resiste (io ne ho congelati sei mentre gli altri sono stati cotti e mangiati nel giro di 24 ore..) e si vogliono gustare subito, è sufficiente fare lievitare i croissants così ottenuti per circa 2 ore – 2 ore e mezza. Il loro volume triplicherà.

A lievitazione ultimata spennellare con un uovo sbattuto e spolverare con zucchero semolato.

Forno: 180-190°

Tempo: 15-20 minuti

croissants_doppia2