Ritorno alle origini – tra Marche e Umbria

 

Halloween

Finalmente dopo settimane di freddo e autunno la scorsa settimana è arrivato il ponte, e pure pieno di sole!

Ne abbiamo approfittato per un Halloween marchigiano, di passeggiate, camino, compagnia e, ovviamente, cibo 🙂

Nella perfetta tradizione pastacrolliana protagonisti del weekend infatti, insieme ad amici, bimbi e pure cagnolini, sono stati ricotte, ciabuscoli (non li conoscete? beh cercate su Google e imboccherete subito la A14 per correre a comprarne qualcuno!), pecorini e una marea di altre bontà!

E visto che la voglia di riposarsi era tanta, e i cibi di questi posti sono buoni anche senza bisogno di preparazioni particolari, non ci sono nuove ricette in questo post ma un paio di recensioni di posticini che mi sono piaciuti. Tra Marche e Umbria appunto.

Umbria

Il Cantinone – Perugia

Abbiamo scovato questo posto a Perugia, nascosto tra i vicoli vicino alla piazza Grande, e ci siamo subito fiondati dentro attratti dai profumi e dalle buone recensioni di TripAdvisor
Si trova in via Ritorta e, se vi capita di passare da quelle parti, ne vale la pena.
Soprattutto per il flan di pecorino e cipolla caramellata. Da non perdere

Marche

Osteria della Peppa
Questo altro posto lo abbiamo invece incontrato sulla via del ritorno quando, in preda ai morsi della fame, abbiamo imboccato la prima via a caso in cerca del primo posto a caso (che poi è la regola base per trovare i posti migliori) e ci siamo imbattuti in questa piccola e accogliente osteria.
Si trova vicino al centro, in via della Vecchia 8, ed è uno di quei posti che mi fa venire voglia di mollare tutto e… aprirne uno uguale.
Per capirci era uno di quei posti in cui vorresti fermarti 4 giorni per avere il tempo di ordinare e assaggiare l’intero menu.
Ovviamente noi abbiamo cercato di fare lo stesso in sole due ore!

Pastacrolla è tornata!!!!

Ebbene sì, ci abbiamo messo qualcosa tipo 12 mesi (l’ultimo post, per altro non mio, risale ad aprile 2008!) ma ce l’abbiamo fatta..
Imbracciate le arm.. ehm.. i mestoli, sono tornata in cucina e mi sono rimessa all’opera!

No, chiariamoci, non è che in questi 11 mesi si sia vissuti tra McDonald (bleah) e rosticcerie (mai!) o si sia seguita una dieta ferrea (ah ah ah) ma semplicemente..
il tempo a disposizione si era improvvisamente vo-la-ti-liz-za-to.


Eh si, mentre le nostre pance (si perchè nel frattempo le bocche da sfamare sono diventate due) si riempivano.. Pastacrolla si prosciugava.

RIMEDIAMO SUBITO!!

Staffetta tra cuoche

Eccoci qui.
Mentre io sono di nuovo stesa, di nuovo in preda a questa macumba dell’influenza, con la febbre, la nausea e insomma quanto di più lontano si possa immaginare da un blog di cucina, ecco che arriva a mio sostegno la cara amica Cate.

Quella che fino ad ora, ahimè sprovvista dei più moderni mezzi tecnologici, si è limitata a passarmi le ricette sottobanco, ora si può finalmente esprimere in tutta la sua (immensamente migliore di me – si notino solo LE FOTO..) creatività.

Benvenuta cuoca Cate!!
E, tra le altre cose, questa è la miglior ricetta al cioccolato che chiunque mi abbia mai passato.

Alle altre amiche dico: fatevi sotto!
Il Social-food-blog ha ufficialmente avuto inizio.

Trasformiamo questo blog in un progetto a più.. mestoli!

Chili prawn bucatini

Ok lo ammetto, post banale e pure un po’ provincialotto…
ma quando all’estero mi imbatto in questo genere di scaffali, con piatti dai nomi improbabili (tomato, provolone & mozzarella.. che piatto sarà mai questo?!?!?!) mi sento male…
E mi chiedo..
ma se una compagnia low cost 
riesce a portarmi a Londra con soli 30€ (e, ok, 7 ore di ritardo sulla tabella di marcia, ma è il costo del low cost, come si suol dire)…
perchè nessuno è mai riuscito a fare arrivare fin lì qualche piccola regola base della buona cucina che anche gli inglesi amano tanto??
tipo che NO, la pasta con il ketchup e il chili NON è tipicamente italiana, la pizza bolognese qui da noi non la mangia nessuno, la pasta quando è cotta tipicamente si scola e non si lascia a meditare nella pentola per altre 3 ore

ok, l’avevo detto. Post per niente giovane, open minded, cool
ma i Chili prawn bucatini no…non ce la posso fare…

Fotografare, fotografare, fotografare..

Come si sarà capito, sono nella fase “anche l’occhio (e anche in fatto di cibo) vuole la sua parte”.
Ecco allora che per abbassare ulteriormente la mia autostima fotografica in questa giornata uggiosa sono andata alla scoperta di un po’ di “maestri” del settore.

Tra tutti questo TasteSpotting mi ha illuminata..
non ho ben capito cosa sia (uno di quei cosi chiamati aggregatori?), nè come funzioni (posso aspirare che tra 1000-2000 anni anche una delle mie ricette compaia là sopra?)
Ad ogni modo andate a farvi un giro e..
buona acquolina in bocca!