Crackers mania

Crackers di avena al pepe

La nuova mania della primavera sono i crackers fatti in casa. Tanto che per il compleanno, leggendomi come sempre nel pensiero, lo zioA. mi ha regalato un libro tutto dedicato ai cracker e di cui vi posterò prestissimo qualche succulenta ricetta.

Questi crackers in realtà non sono tratti da quel libro ma da un vecchio post di Ilariavafuori che mi ha incuriosito molto.

Si tratta di una ricetta scozzese (il nome originale è oatcake) quindi non proprio mediterranea ma anzi piuttosto burrosa. Ma, vi garantisco, questi crackers un po’ pepati sono quello che ci vuole per un po’ di carica a metà mattina o per un aperitivo sfizioso.

Crackers di avena al pepe (Peppery Oatcakes)

Crackers di avena al pepe

Ingredienti

50 gr di farina 00
150 gr di fiocchi di avena
2 cucchiaini rasi di pepe + quello per la superficie
1/2 cucchiaio raso di sale + quello per la superficie
125 gr di burro
3 cucchiai di acqua fredda
latte

Mescolare la farina con i fiocchi di avena, il burro, sale e pepe fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Aggiungere l’acqua fredda ed impastare velocemente fino ad ottenere una palla.

Stendere l’impasto ad un’altezza di circa 3mm su una superficie ben infarinata. Ritagliare i biscotti con uno stampino rotondo e disporli su una teglia rivestita di carta da forno.
Spennellare con il latte e spolverizzare con sale e pepe. Infornare.

Forno: 180 gradi
Tempo: 15-20 minuti (fino a quando i crackers non saranno dorati)

 

Annunci

I miei torcetti al burro

Torcetti al burro

Ecco una ricetta di quelle che ti sorprendono. Di quelle che provi un po’ per caso, e anche poco convinta della riuscita, e che ti ritrovi a fare per due sere di fila.

Avete presente i torcetti, quei dolcetti burrosi e zuccherosi tipici di Piemonte e Valle D’Aosta? Io li adoravo da bambina, me li ricordo benissimo nella panetteria sotto casa e la nonna che ogni tanto me li comprava (che poi, chissà, magari me li ha comprati solo una volta e si è fissata indelebile nella mia mente).
Dopo un’infanzia in adorazione di questi dolcetti in realtà li ho un po’ dimenticati, così come quelle tortine occhi di bue (sempre della stessa panetteria) che non mangio probabilmente da 30 anni.

I torcetti li ho mangiati di recente a casa di amici ed è lì che mi è scattata l’idea di cercare la ricetta.

Ecco allora i miei torcetti al burro. Miei perchè mi ricordano la mia infanzia, la nonna, la panetteria. Ma miei soprattutto perchè la ricetta è.. a modo mio.

Nel senso che la vera ricetta, ho scoperto in corsa (e da lì la perplessità della riuscita), prevederebbe lievito di birra e doppia lievitazione. Mentre la mia è come al solito una ricetta in versione rapida con semplice lievito per dolci.

Ma miei anche perchè la ricetta “rapida” da cui sono partita necessitava comunque di un tocco personale. Perchè era ahimè una di quelle odiose ricette, tratta peraltro da autorevolissimi libri, che seguite pari passo semplicemente.. non vengono!
Ma in questo caso con l’aggiunta di un po’ di farina il risultato è garantito.

Ecco allora la ricetta dei miei torcetti.

Torcetti al burro

Ingredienti:

310 gr di farina
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 bustina di lievito per dolci (dose per mezzo chilo di farina)
100 gr di burro
un pizzico di sale
zucchero di canna per la copertura

Setacciare 250 gr di farina (gli altri 60 gr serviranno più avanti) con il lievito e il sale. Aggiungere un cucchiaio di zucchero semolato.
Disporre a fontana su una spianatoia e versare al centro acqua tiepida (circa mezzo bicchiere) in quantità sufficiente a ottenere un composto della consistenza della pasta del pane. E’ possibile utilizzare anche una planetaria o robot da cucina per formare l’impasto.

Aggiungere quindi il burro ammorbidito e continuare a lavorare l’impasto. A questo punto l’impasto sarà di nuovo molto morbido e sarà necessario aggiungere altra farina (circa 60 gr ma qui bisogna regolarsi ad occhio poichè dipende da quanta acqua si è aggiunta prima) fino ad ottenere nuovamente la consistenza della pasta del pane. L’impasto deve comunque risultare ancora un po’ appiccicoso e non troppo asciutto per consentire poi allo zucchero di attaccarsi ai biscotti.

Ricavare dall’impasto dei bastoncini di circa 10 cm e passarli nello zucchero di canna premendo bene perchè vi aderisca. Dare ai bastoncini la forma di ciambelline ovali sovrapponendo le estremità.

Rivestire una teglia con carta da forno, disporvi i torcetti e infornare.

Forno: 200 gradi

Tempo: 20 minuti