Buona Pasqua! E un po’ di cioccolato..

Biscotti Rhum e Cioccolato Potevo forse lasciarvi trascorrere questa Pasqua senza una delle mie ricette golose e, come tradizione vuole, un po’ cioccolatose?
Ovviamente no! E siccome questa sera ho l’energia di un leone (e domani mattina probabilmente, come dice il proverbio, lo sarò un po’ meno..) ho deciso di recuperare per voi una delle mie ricette da archivio.
Quelle fatte, fotografate e che per motivi di tempo sono rimaste nel cassetto (del pc) superate da altre, magari più nuove, più dolci, meno cioccolatose, più appropriate al momento.

Questa ricetta, come tutte quelle del cavoletto, è una delizia per il palato. E se come penso nei prossimi giorni avrete Kg di uova di Pasqua da far fuori (tipo che avete una bambina di 7 mesi e già le hanno regalato 7 uova di Pasqua..) questa ricetta fa decisamente per voi!

Già, vi chiederete.. è Pasqua, ci prepariamo a pranzi interminabili, e tu non sei ai fornelli, o quanto meno al forno, e devi addirittura recuperare ricette dal tuo archivio?
Lo ammetto: in questa Pasqua mi sono dedicata a ricette già collaudate, a cibi sani paperotta-compatibili (tipo che sul fuoco c’è una padella di zucchine e carote.. che faccio? ve la posto??) e ho lasciato alla nonna bis il compito – che lei assolve meglio di chiunque altro – di riempire la tavola di prelibatezze.

Evviva le nonne! Prima o poi facciamo scrivere anche a lei qualche post..

Biscottini grappa e cioccolato

Biscotti al rhum e cioccolato

Ingredienti:

225 gr di cioccolato fondente
100 gr di farina
2 uova
65 gr di zucchero
45 gr di burro
2 cucchiai di grappa
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
una punta di sale
zucchero a velo

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro e la grappa.
Montare le uova e lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Incorporare il composto di cioccolato e burro fuso e mescolare.
Aggiungere infine farina, lievito e sale e mescolare.
Trasferire il composto in frigorifero e lasciare riposare per almeno un’ora o fino a quando l’impasto sarà sodo.

A questo punto si dovrebbero formare delle palline delle dimensioni di una noce, passarle nello zucchero a velo e sistemarle su una teglia rivestita di carta da forno.
Se però, come la sottoscritta, avete solo un quarto di quell’ora in cui l’impasto dovrebbe riposare in frigorifero potete fare così:  trasferite l’impasto in una sac à poche con bocchetta a stella,  formate delle roselline di impasto su una teglia rivestita di carta da forno e le spolverate con zucchero a velo.

Che abbiate scelto la strada, lunga e da manuale, delle palline, o che abbiate voluto bruciare tutti sul tempo con la sac à poche, a questo punto non resta che infornare.

Forno: 180 gradi
Tempo: 20 minuti

 

Annunci

Sweet table, Baby shower e chi più ne ha più ne metta

Sweet Table

Sweet Table

Battesimo Sweet Table confetti

Sweet Table

Come dice qualcuno che vive sotto il mio stesso tetto.. chi di marketing ferisce di marketing.. perisce. Che in questo caso potrebbe tranquillamente diventare “chi di sweet table ferisce..”

E’ infatti dal lancio di Crea & decora i tuoi dolci e poi ancora Crea & Decora Dolci delizie (metto i link, sia mai che qualcuno voglia anche abbonarsi) che mi si è aperto un mondo fatto di pasta di zucchero, sweet table, cupcake, cake pops e qualsiasi altra dolce amenità sia arrivata dagli Stati Uniti direttamente sulle nostre – ovviamente ipercaloriche – tavole.

Lo avevo detto a inizio anno che avremmo riservato calorie e grassi saturi alle occasioni di festa. Ed ecco qui – strano ma vero – che l’occasione mi si è presentata.

La scorsa settimana abbiamo infatti avuto il paperottesimo, ovvero il battesimo della paperotta di famiglia. Partito in sordina con un “mi raccomando zero sbattimenti. noi non si alza un dito” e finito ovviamente con una planetaria che girava a tutta birra dalla mattina fino a notte inoltrata.

Per non parlare poi della famiglia, padrino incluso (ovviamente lo ZioA.), schiavizzata nella notte a ricoprire palline di cake pops sotto gli occhi vigili – ma un tantino preoccupati – della protagonista dell’evento.

Ma, col senno di poi, non se ne poteva proprio fare a meno.
Dopo avere appunto scoperto l’esistenza degli Sweet Table, come potevo resistere alla tentazione di crearne uno, ovviamente con tanto di accessori a tema e giorni spesi a cercare il giusto punto di lilla per pirottini, piattini e accessori di ogni tipo?

E poi, come dice questo post in cui mi sono imbattuta poco fa, gli Sweet Table sono il nuovo Must!
Il mio non era certo bello come quelli che si vedono in giro ma ha dato comunque buone soddisfazioni e, soprattutto, grandissimo divertimento.

Oggi pubblico quindi due gustosissime ricette molto modaiole che dovete assolutamente riproporre alla prossima festa di compleanno, battesimo, laurea, matrimonio: i cake pops e i cupcake al cioccolato.
Sono un must, e nemmeno voi potete tirarvi indietro!

Ah.. ovviamente il nostro evento aveva anche una sorta di Salt Table (esisterà negli states?), ovvero il tavolo del salato. Con la preziosissima collaborazione de La Cucina di Shuiiz. Ma di questo parleremo prossimamente…

Cake pops ai due cioccolati

Cake pops

Come dice il libro da cui ho tratto la ricetta: “Cake pops: la bontà in un boccone”. Ed è vero, perchè i cake pops, oltre ad essere belli e scenografici, sono pure molto buoni.
La preparazione richiede solo un po’ di pazienza, ma tutto dipende anche da quanti cake pops dovete fare.
Nel mio caso, mirando all’obiettivo 100 cake pops in una notte, è stato necessario mettere al lavoro l’intera famiglia; ma se vi accontentate di un numero di porzioni più ragionevole vi assicuro che potete benissimo cavarvela da soli.

Ad ogni modo, per i neofiti.. cosa sono i cake pops?
Sembrano delle caramelle ma in realtà sono, come dice il nome stesso, un bocconcino di torta o anche una torta a forma di pallina!
Questi dolcetti sono infatti formati da una base di torta che viene poi sbriciolata e impastata grazie a una crema morbida definita frosting.
Con l’impasto ottenuto si formano delle palline che vengono poi fatte riposare in frigo e quindi, una volta infilzate nel loro bastoncino, immerse nella glassa di copertura e decorate.

Per avere ulteriori indicazioni sulla realizzazione dei cake pops vi consiglio questo utilissimo post con le dieci regole per realizzare cake pops perfetti

I bastoncini li trovate invece nei negozi specializzati in cake design ma ormai anche nei grandi supermercati oppure online.

Ingredienti (per 20-25 cake pops):

Per l’impasto base:
75 gr di burro
75 gr di zucchero
1 cucchiaino da tè di zucchero a velo vanigliato (o una bustina di vanillina)
2 uova intere
4 cucchiai di latte
140 gr di farina 00
1 cucchiaio di cacao in polvere
1 cucchiaino da tè di lievito per dolci

Nel mio caso si trattava di un impasto base scuro, cioè al cacao, ma è anche possibile realizzare un impasto base chiaro eliminando il cacao e utilizzando 150 gr di farina 00 (aziché 140 gr).

Per il frosting:
60 gr di burro
30 gr di zucchero a velo
60 gr di formaggio fresco tipo Philadelphia o ricotta

Per la glassa:
cioccolato bianco
decorazioni di zucchero

Preparare la torta dell’impasto base montando il burro con lo zucchero e lo zucchero vanigliato (o la vanillina) sino ad ottenere una crema spumosa. Incorporare delicatamente un uovo alla volta, sempre mescolando. Aggiungere il latte.
Setacciare la farina con il lievito e il cacao in polvere e incorporarli alla crema preparata. Impastare tutto con delicatezza.

Foderare con carta da forno uno stampo di circa 26 cm di diametro. Versarvi l’impasto e infornare. Prima di estrarre la torta dal forno verificare con uno stuzzicadenti che l’interno sia cotto.

Forno: 160 gradi
Tempo: circa 25 minuti

Lasciare raffreddare la torta e quindi sbriciolarla con le mani o con una grattugia. L’ideale sarebbe preparare la torta il giorno prima in modo che sia meno umida ma va benissimo anche il giorno stesso aspettando che sia bene asciutta.

Preparare il frosting sbattendo a crema i 60gr di burro con lo zucchero a velo fino a quando l’impasto non diventa quasi bianco. Aggiungere quindi il formaggio fresco e continuare a sbattere.

Aggiungere il frosting a cucchiaiate alla torta sbriciolata e mescolare bene. Lavorare l’impasto sino a quando è sufficientemente omogeneo e compatto da poter formare delle palline (i pops).

Formare quindi delle palline ben compatte delle dimensioni di una noce. E’ importante schiacciare e lavorare bene l’impasto in modo che sia compatto e non abbia spazi vuoti all’interno.

Fare riposare le palline in frigorifero per circa un’ora o in freezer per 10-15 minuti.

Fondere quindi il cioccolato bianco a bagnomaria.
In alternativa al cioccolato bianco potete ovviamente utilizzare cioccolato al latte o fondent. Nei negozi specializzati è anche possibile reperire delle pastiglie (candy melts) studiate per la copertura dei cake pops e disponibili in diversi aromi e colori.

Affondare un bastoncino in ciascun pop arrivando più o meno a metà pallina.
Immergere la pallina nel cioccolato fuso tenendola per il bastoncino e lasciare colare la copertura in eccesso. Appoggiare il cake pop a testa in giù su un foglio di carta da forno e decorare immediatamente con pallini di zucchero, codette o altre decorazioni di zucchero a piacere.
Lasciare asciugare prima di servire.

Cake pops

Servire i cake pops a testa in giù è il modo più pratico, e a mio avviso comunque molto carino, per presentare i cake pops e soprattutto farli asciugare.

E’ possibile in realtà servirli anche a testa in su, come dei veri lecca lecca, ma in tal caso dovrete munirvi di supporti, ad esempio forme in polistirolo, in cui infilzare i bastoncini sia in fase di asciugatura che di presentazione finale.

Cupcake al cioccolato con glassa alla crema di burro

Cupcake al cioccolato

Ingredienti (per circa 12 cupcake):

125 gr di burro leggermente ammorbidito
125 gr di zucchero
2 uova
125 gr di farina autolievitante (sono le farine in cui è già incluso il lievito per dolci)
25 gr di cacao in polvere
1/2 cucchiaino di lievito in polvere
un pizzico di sale

Per la glassa di crema di burro:
150 gr di burro
250 gr di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
2 cucchiaini di acqua calda

Lavorare tutti gli ingredienti con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto omogeneo. Foderare uno stampo per dolcetti con 12 pirottini di carta e suddividere equamente il composto nei pirottini. Un trucco che ho imparato di recente e che velocizza moltissimo questa fase, è quello di utilizzare il dosatore per palline di gelato. Una pallina di composto per ciascun pirottino è infatti la dose perfetta!

Forno: 180 gradi
Tempo: 20 minuti

Preparare quindi la glassa lavorando il burro morbido con lo zucchero a velo finchè diventa omogeneo e cremoso. Aggiungere quindi l’essenza di vaniglia e l’acqua e mescolare ancora.

Quando i cupcake si sono raffreddati è possibile procedere con la decorazione.
Inserire la crema di burro in una sac à poche con la bocchetta e stella e formare un ciuffetto su ciascun cupcake.

Nel mio caso ho aggiunto alla decorazione anche dei bottoni fatti con pasta di zucchero colorata.
Per farli ho acquistato della pasta di zucchero bianca che ho colorato di lilla e di fucsia con colorante alimentare in gel (ma è possibile acquistarla già colorata) ed ho utilizzato uno stampo in silicone per realizzare i bottoni. Potete ovviamente utilizzare stampi diversi (ce ne sono a milioni nei negozi specializzati in cake design!) per creare le forme che preferite.

Buon cioccolatoso Anno Nuovo (post doppio)

anno_nuovo_cioccolato_bis

macarons_cioccolato_2b

Nelle letture semiserie di questi giorni ho scoperto cose molto interessanti: tipo che negli ultimi anni gli Asiatici si sono innamorati del cioccolato. I cinesi, addirittura, ne hanno raddoppiato il consumo nel giro di una decina di anni. Che si siano finalmente accorti che esiste qualcosa di più goloso del biscotto della fortuna?!? 🙂
Pare addirittura che nei prossimi 3-4 anni  la produzione di cioccolata non riuscirà a stare dietro alla richiesta e nel mondo non ci sarà cioccolata a sufficienza! Insomma, una vera catastrofe.

Nel mio piccolo ho scoperto che anche gli Italiani non sono da meno e in questi giorni lo scaffale del cioccolato fondente era pressochè deserto nella maggior parte dei supermercati.
In attesa quindi di aprire una fabbrica di cioccolato (che suona già benissimo, come business) ho pensato di tenere alta la bandiera dell’Europa occidentale (tuttora la prima consumatrice al mondo di cioccolato con un consumo pro-capite di 4,5Kg!) facendo fuori almeno mezzo chilo di fondente in preparazioni natalizie da offrire e regalare agli amici.

Nel caso gli ultimi giorni non vi abbiano regalato calorie a sufficienza per affrontare la fine dell’anno, ecco allora altre due ricette molto.. fondenti.

Scorzette di arancia al cioccolato

Scorzette di arancia candite al cioccolato

Questa è una di quelle ricette da segnare. Che ho scoperto tre anni fa grazie a un’amica e che ogni anno, puntuale come il calendario dell’avvento appeso in cucina, affronto nelle vacanze natalizie. Che poi il verbo affrontare, per questa preparazione, è decisamente esagerato. Perchè la ricette è così semplice e carina da non richiedere molto impegno.
E il profumo della scorza d’arancia che si diffonde per casa è il migliore campanello di inizio del periodo festivo.

Ingredienti:

Arance biologiche (io quest’anno ne ho utilizzati ben 2Kg ma potete partire benissimo con 1Kg e otterrete già una bella dose di scorzette da offrire o regalare)
Zucchero
Cioccolato fondente

Sbucciare le arance lasciando il bianco attaccato alla buccia. Tagliare la buccia a striscioline e metterle a mollo in una ciotola riempita di acqua fredda per una notte.

Scolare le scorze di arancia e metterle in una pentola riempita di acqua fredda. Portare ad ebollizione quindi scolare. Ripetere l’operazione una seconda volta. Se al termine della seconda bollitura le scorzette risultassero ancora dure è possibile ripetere una terza volta ma normalmente le due bolliture sono sufficienti.

Scolare quindi le scorzette e tamponarle con uno strofinaccio pulito per eliminare l’acqua in eccesso.

Mettere in una pentola dai bordi bassi le scorzette e lo stesso peso in acqua e zucchero.

Sobbollire il tutto mescolando fino a quando l’acqua non evapora e lo zucchero si attacca completamente alle scorzette. E’ importante però che lo zucchero non caramelli e non diventi scuro.

Scorzette di arancia candite

Adagiare quindi una scorzetta per volta sulla carta da forno e lasciare asciugare.

Una volta asciutte intingere le scorzette nel cioccolato fondente sciolto a bagnomaria e lasciare nuovamente asciugare.

scorzette_4

Macarons al cioccolato

Dei macarons, e del mio primo tentativo di “riprodurli”, avevamo già parlato in un precedente post.

In queste vacanze, complice anche la ricetta della Cucina di Shuiiz e seguendo, appunto, l’insano istinto di raggiungere la mia quota di cioccolato annuo, mi sono cimentata con la versione al cioccolato di questa famosa – e molto in voga – ricetta francese.

Macarons al cioccolato

Ingredienti

Per la meringa:
90 gr di mandorle tritate
130 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di cacao in polvere
2 albumi (72 gr in tutto)
20 gr di zucchero semolato

Per il ripieno:
100 gr di cioccolato fondente
200 ml di panna

Tritare le mandorle fino ad ottenere una farina finissima e unirle allo zucchero a velo e al cacao.

Montare le chiare a neve con un pizzico di sale e aggiungere gradatamente lo zucchero semolato continuando a sbattere gli albumi fino a quando i cristalli di zucchero non saranno sciolti e il composto sarà montato.

Dividere il composto di mandorle, zucchero a velo e cacao  in tre parti e aggiungerle alle chiare una parte per volta mescolando dal basso verso l’alto con un cucchiaio di legno o una spatola.

La meringa dovrà avere una consistenza densa e appiccicosa.

Rivestire due teglie con la carta da forno. Mettere il composto in una sac à poche con la bocchetta liscia e formare con l’impasto dei dischi di circa 2 cm di diametro. Cercare di fare i dischi il più simili possibili nelle dimensioni (per poterli poi accoppiare!) eventualmente aiutandovi con i tappetini in silicone per macarons che si trovano in commercio.

Fare asciugare all’aria per 20-25 minuti in modo che la superficie diventi liscia e priva di bolle.

Infornare una teglia alla volta nel ripiano basso del forno.

Forno: 150°
Tempo: 15 minuti

Sfornare e lasciare raffreddare. Dopo un paio di minuti girare delicatamente le meringhe in modo che l’umidità evapori anche dalla parte inferiore.

Per il ripieno con ganache al cioccolato tritare il cioccolato fondente. Scaldare la panna in un pentolino mescolando senza portare ad ebollizione. Togliere dal fuoco, unire il cioccolato tritato e mescolare fino al completo scioglimento. Lasciare raffreddare e trasferire in frigorifero per un paio di ore.

Trascorso questo tempo montare il composto con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema densa ma non troppo dura (altrimenti non passerà dalla bocchetta della sac à poche).
Mettere il composto nella tasca da pasticcere e distribuirla sulla parte piatta di metà delle meringhe. Unire quindi la restante restante metà esercitando una lieve pressione.

I love cookies

cookies_pistacchi_cioccolato_bianco

Innanzitutto: io adoro i cookies, quei biscottoni americani zeppi di pepite di cioccolato che, non so bene perché, sono ancora più buoni se acquistati nei supermercati discount di qualche marca sconosciuta.
La colpa di questa ricetta sta in realtá in una nuova linea di cookies lanciati in questo caso da una nota marca lilla. Ahimé il supermercato sotto casa li ha messi subito in offerta, proprio in quegli scaffali che ti fissano dritto negli occhi, e in pochi giorni ne sono diventata dipendente.
Peccato aver poi scoperto le calorie del singolo cookie: cen-to-quin-di-ci.
Ho quindi distolto lo sguardo da quello scaffale (almeno per qualche giorno) e, in crisi di astinenza, ho rispolverato questa ricettina che tenevo da parte da un po’.
Che almeno, essendo fatti in casa, nessuno può mettersi a calcolare le kcal per biscotto 🙂

Questa versione é in realtá molto più chic, con cioccolato bianco e pistacchi.
Ed il risultato é sorprendente. Ancora più buoni e cioccolatosi dei cookies industriali e ancora più particolare il gusto.
E in fondo, ci scommetto, hanno anche meno calorie!

Cookies pistacchi e cioccolato bianco

cookies_pistacchi_cioccolatobianco_2


Ingredienti:

220 gr di farina
170 gr di zucchero di canna
100 gr di cioccolato bianco
60 gr di pistacchi
110 gr di burro
1 uovo
1 bustina di vanillina
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale

Sbattere il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere quindi l’uovo e la vanillina e mescolare. Unire quindi la farina, il lievito, il bicarbonato e il sale. Amalgamare il tutto.
Tritare grossolanamente i pistacchi e il cioccolato bianco ed unirli al composto.

Rivestire due teglie con la carta forno. Staccare delle cucchiaiate di composto e formare delle palline delle dimensioni di una noce. Posarle sulla teglia e schiacciarle aiutandosi con il fondo di un bicchiere infarinato per ottenere dei dischi di circa 1cm di spessore. Lasciare un po’ di distanza tra un biscotto e l’altro per evitare che si attacchino tra loro durante la cottura.

Forno: 150 gradi
Tempo: 15-20 minuti