Panettone (geek) casereccio

Panettone

No, non illudetevi. Come vedete dalla originale forma a parallelepipedo non si tratta propriamente di un vero panettone fatto a mano, con sette lievitazioni in tre giorni (o quante dovrebbero essere) e tanta tanta pazienza.

Si tratta invece della mia interpretazione, casalinga ma come sempre supportata dalla tecnologia, del panettone artigianale.

Ovvero, il panettone fatto con la macchina del pane.

Che, vi assicuro (ma non fatevi sentire dai milanesi doc), dà altrettanta soddisfazione di quello “vero” e richiede un decimo del tempo!

Io ne ho provata anche una versione Kousmine, ovvero priva di grassi saturi grazie al latte di soia e all’olio di girasole, ma vi scrivo entrambe le versioni in modo che possiate scegliere quella che preferite.

Ovviamente.. Buon Anno a tutti!

Panettone con la macchina del pane

panettone

Ingredienti

180 gr di latte intero (o latte di soia per la versione Kousmine)
130 gr di zucchero
1 cucchiaino di sale
100 gr di burro fuso + 30gr di olio di semi di girasole (da sostituire con 100 gr di olio di girasole per la versione  Kousmine)
4 tuorli d’uovo
la scorza grattugiata di un limone
la scorza grattugiata di un’arancia
2 bustine di vanillina in polvere
50 gr di cedro e/o arancia canditi a pezzettini
50 gr di uva sultanina (se non si mettono i canditi si può raddoppiare l’uvetta)
un pizzico di zafferano in polvere
300 gr di farina 00
75 gr di semola
25 gr di amido o fecola di patate
2 bustine di lievito secco attivo (io di solito uso il Mastrofornaio della PaneAngeli)

Mettere tutti gli ingredienti nel cestello nell’ordine in cui sono elencati.
Avviare il programma.

Programma: base
Crosta: scura

La ricetta è tratta da quello che tutt’ora ritengo il miglior ricettario per la macchina del pane, un semplice ma ricchissimo PDF (detto ricettario GLF, non so bene perchè) che racchiude tutte le ricette per macchina del pane che circolano in rete.

Un po’ crowdsourcing, un po’ open source.. sicuramente molto geek. E da provare.

(se vi chiedete cosa sia e cosa c’entri il crowdsourcing con il food qui trovate qualche esempio Italiano e qui qualche esempio dagli States con brand famosi quali Ben&Jerry e Dunkin Donuts)

Annunci